Marko Velk. Shifting

Editions Lord Byron

Prezzo di listino €25,00

Spese di spedizione calcolate al momento del pagamento.

Marko Velk. Shifting, Paris, Éditions Lord Byron, 2023

1a edizione
Edizione numerata e limitata a 300 copie
Copertina rigida, 22 x 28 cm, 80 pagine
Lingua: Francese, Inglese
Tradotto in inglese da John Barrett
ISBN : 978-2-491901-68-4

Il catalogo Marko Velk. Shifting documenta la mostra personale dell'artista alla Galerie municipale Julio Gonzalez di Arcueil, in programma dal 19 gennaio al 23 marzo 2024. Include un testo introduttivo di Olivier Kaeppelin. È stato realizzato con il sostegno del Comune di Arcueil e di Marin Beaux-Arts.

"Siamo nel cuore della tempesta prima che si scateni. Lo stile del disegno ci tiene sempre 'sotto' o 'in mezzo', in sospeso. Qualcosa emerge da uno spazio senza nome. Attraverso le forme e le superfici, è la presenza di una minaccia che si annuncia senza mai rivelarsi. Questa minaccia è un'ansia con cui Marko Velk gioca a nascondino con la memoria, la storia e la storia dell'arte. Egli utilizza e metamorfosa tutti i suoi prestiti per dare nuova vita a queste figure che altrimenti sarebbero solo evocazioni e lettere morte". (Olivier Kaeppelin)

Marko Velk è nato nel 1969 a Spalato, in Croazia. Vive e lavora nella regione di Parigi. Diplomato all'Ecole Nationale Supérieure des Arts Décoratifs di Parigi, il suo lavoro è stato esposto dall'inizio degli anni '90 in un centinaio di mostre, tra cui una ventina di personali.

Olivier Kaeppelin è un curatore, critico d'arte e scrittore francese. Dagli anni '90 alla fine del 2010 ha ricoperto diverse posizioni di responsabilità presso France Culture, Radio France, il Ministero della Cultura e della Comunicazione, dove è stato direttore delle Arti Visive dal 2004 al 2010, il Palais de Tokyo e la Fondazione Maeght, dove è stato direttore dal 2011 alla fine del 2017. È stato inoltre ricercatore presso l'École Pratique des Hautes Études e ha insegnato all'Università di Parigi-VIII nel dipartimento di Letteratura, all'Università di Panthéon-Sorbonne nel dipartimento di Storia dell'arte e all'Ecole des Beaux-Arts di Nantes.