Rao Fu. Combustion

Editions Lord Byron

Prezzo di listino €38,00

Imposte incluse. Spese di spedizione calcolate al momento del pagamento.

Christoph Tannert & amp; Roan Ching-Yueh, Rao Fu. Combustion , Parigi, Edizioni Lord Byron, 2021

1a edizione
Edizione numerata e limitata a 250 copie
Le prime 30 copie sono accompagnate da un'opera originale dell'artista
Copertina rigida, 23 x 28 cm, 132 pagine
Edizione bilingue: francese, Inglese
Tradotto in francese da Claude Laurent (Christoph Tannert) YU Hsiao-hwei (Roan Ching-Yueh)
Tradotto in inglese da John Garrett (Christoph Tannert) Queena Chu (Roan Ching-Yueh)
ISBN: 978-2-491901-13-4

Rao Fu. Combustion è il catalogo pubblicato per la mostra “Rao Fu. Combustion” presso la Galerie Vazieux di Parigi (FR) dal 7 ottobre al 20 novembre 2021.

Rao Fu ha lasciato la Cina all'età di 23 anni per stabilirsi in Germania, dove ha iniziato a studiare pittura e grafica presso la Scuola di Belle Arti di Dresda. Nei musei tedeschi scopre la pittura antica da cui prende in prestito molteplici riferimenti, visibili nelle sue opere. Fiacres, cavalli, costumi d'epoca, sono tutte allusioni a un mondo passato che traspone in un'altra temporalità. Sebbene meno evidente a prima vista, il contributo della pittura tradizionale cinese è alla base delle sue opere, sia tecnicamente che filosoficamente. Rao Fu attribuisce grande importanza al paesaggio, che ama rappresentare in tutta la sua forza e vastità. Attraverso l'uso della doppia o tripla prospettiva, ne amplifica la grandezza e apre diversi campi visivi in ​​un unico dipinto, fornendo allo spettatore un suggestivo effetto immersivo. Le figure spettrali e quasi trasparenti che popolano i suoi paesaggi si fondono in un ambiente che diventa specchio delle loro emozioni, proprio come quelle del pittore. Per Rao Fu, questi paesaggi riflettono il suo mondo interiore, ma devono rimanere liberi da interpretazioni. Nel suo universo narrativo e misterioso, epoche e culture orientali e occidentali convivono e si mescolano naturalmente. Cerca di trasmettere l'essenza e l'espressione dell'uomo, per creare un'arte universale che trascende la diversità culturale.

Christoph Tannert è un critico d'arte e curatore tedesco. Nato a Lipsia nel 1955, vive e lavora a Berlino. Ha studiato storia dell'arte e archeologia all'Università Humboldt di Berlino, dove si è laureato con un Magister Artium nel 1981. La sua area di competenza include pittura, fotografia e video arte. . Ha co-fondato il Brandenburgischer Kunstverein Potsdam nel 1994, di cui è diventato vicepresidente dal 2003. Nello stesso anno è stato nominato membro del consiglio di amministrazione del Festival della fotografia di Berlino. Dal 2000 gestisce il Künstlerhaus Bethanien, centro culturale internazionale e residenza di artisti con laboratori e sale espositive. Dal 1981 ha partecipato alla curatela e alla stesura di cataloghi per un gran numero di mostre sulle arti visive in generale.